loader image

Molte le proposte per la primavera-estate 2021 che porta la moda ad un livello alto di concetto di trasformazione. Una rinascita dopo il lockdown che affronta una realtà differente, ma con la voglia di presentare una fashion week firmata dai più grandi stilisti con una grande varietà di capi, specchio dei mutamenti sociali che tutti stiamo attraversando. Le collezioni abbattono le frontiere e le barriere temporali, puntando alla qualità come Giuseppe Zanotti con il suo meraviglioso sandalo-gioiello adornato da una massiccia catena dorata.

Rinascita anche per Max Mara con i suoi meravigliosi colori tutti al naturale, un meraviglioso richiamo alle varie tonalità di terra, un moderno parka con tasche funzionali e bottoni automatici, molte cuciture a contrasto così come il nero e il bianco mischiato a tocchi di colore che richiamano delicati affreschi, insomma una moda che può definirsi “comoda” per una donna che ha bisogno di muoversi in tutta libertà ma che non vuole rinunciare ad un outfit perfetto per la città e per il lavoro.

Si respira aria di naturalezza e grande romanticismo per Alberta Ferretti, con una collezione fatta di abiti che richiamano indumenti intimi classici della Lingerie, dettagli che somigliano a Bustier e reggiseni, nelle loro lavorazioni elasticizzate adornate da un meraviglioso pizzo Sangallo che creano un JumpSuit pratico, sensualissimo e profondamente elegante. Tonalità chiare nel total white con meravigliose cinture che diventano protagoniste fra i passanti che stringono la vita e mettono in evidenza la bellezza femminile.

Protagonista della collezione Philosophy sicuramente meravigliose pennellate di colore, quasi un amore per la natura che si rispecchia sui suoi abiti, una sfilata in cui sembra di passeggiare in un giardino immerso nei colori in cui esprime la creatività Lorenzo Serafini, tante le sovrapposizioni degli indumenti e un grande uso di accessori che esprimono un romanticismo nelle sue camicie voluminose in cotone, senza tralasciare i meravigliosi corsetti Vichy, fiori applicati su tute dal taglio maschile, un simpatico utilizzo di stivali di gomma anche questi pieni di colori, borse che richiamano la forma dei cestini da pranzo.

Nelle varie collezioni c’è un continuo fluire di abiti che vestono la donna dall’alba al tramonto, che riflettono la necessità di adeguarsi all’ambiente in cui si vive e si lavora ma anche l’ambiente circostante immerso nella natura, Fabiana Filippi scandisce questo stile con tessuti corposi abbinati a trasparenze impalpabili. Abiti in tulle e organze meravigliosamente associati a Denim, Broccati, Gessati e Jacquard. Tutti i capi presentati nella Fashion Week di Milano sono stati un’emozione per gli occhi ma anche per il tatto. Elegantissimi abiti che hanno attraversato le passerelle donando accostamenti deliziosi che si potranno utilizzare nella prossima primavera-estate, per gli abiti da sera plissé e colori neutri o nel total black associati a richiami di intimo che rendono pura eleganza ad ogni indosso.

Anche per le ultime tendenze la moda ha mantenuto i suoi aspetti stilistici che donano vita a capi impeccabili anche nell’ironia dell’indossarli mescolandoli, creando una moda unica originale ma che prende il meglio da ogni brand. Per Dolce e Gabbana è stata una collaborazione con grandissimi artigiani fiorentini, con la loro conoscenza e consapevolezza che l’artigianalità ha una marcia in più perché non è solo fare moda ma amare la moda.

a cura di Antonella Malizia

New Report

Close

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account