La società leader nello smaltimento di rifiuti sanitari e industriali festeggia 10 anni di attività benefica presentando una serie di iniziative charity per un totale di 600.000 € di donazioni. “Il catering benefico più grande d’Italia”, questo il titolo della serata benefica organizzata dal Gruppo EcoEridania, società leader in Italia nello smaltimento di rifiuti sanitari e industriali, pr festeggiare, nella Sala Trasparenza della Regione Liguria, i suoi 10 anni di attività benefica presentando un nuovo grande progetto solidale.

La crisi sanitaria ha costretto gli organizzatori a rivedere le modalità della consueta serata natalizia di beneficenza, che si è trasformata in un incontro durante il quale, ripercorrendo le iniziative portate a termine nel 2020, anche per lottare contro il Covid-19, sono stati consegnati gli assegni delle future iniziative benefiche dal GruppoEcoEridania, per un totale di 600.000€ di donazioni. Tra i progetti presentati, il più importante a livello nazionale è appunto “Il catering benefico più grande d’Italia”, un evento grazie al quale l’azienda, dal 25 dicembre al 1° gennaio 2021, in collaborazione con la Fondazione Francesca Rava e con il supporto di Eataly, dona 180.000 piatti caldi alle persone in difficoltà, grazie al contributo di tutti i dipendenti, fornitori e amici del Gruppo EcoEridania.

 

“Questo ci ha permesso di immaginare un’opportunità nuova, cioè di far star bene chi ha davvero bisogno. Per pensare a questo servivano dei professionisti perché non solo volevamo farli mangiare, ma volevamo soprattutto farli mangiare molto bene, e per questo ho pensato alla famiglia Farinetti e all’eccellenza di Eataly e, grazie a loro e alla Fondazione Rava, siamo riusciti a mettere in piedi il più grande catering d’Italia”, racconta il Presidente del Gruppo EcoEridania, Andrea Giustini.

Questo segna l’inizio di un nuovo percorso nuovo, che vede innanzitutto la nascita della Fondazione d’Impresa EcoEridania, per festeggiare il decimo compleanno dell’azienda. Ogni anno i dipendenti del Gruppo EcoEridania, da tutta Italia, decidono di destinare una parte della loro tredicesima per progetti di solidarietà, e nel tempo tutto questo ha permesso di raggiungere risultati incredibili, arrivando anche a poter gestire la pandemia di questo anno funesto con grande capacità e sostegno. Per rendere possibile tutto questo la Fondazione Francesca Rava ed Eataly sono stati partner fondamentali nella gestione e nell’organizzazione della distribuzione dei pasti in tutti Italia.

Eataly, in particolare, ha dato un importante contributo in termini logistici e di know-how, creando pasti di vera qualità. Queste le parole di Nicola Farinetti, Amministratore Delegato di Eataly: “Portiamo le nostre ricette semplici, tradizionali e preparate con ingredienti italiani di alta qualità sulle tavole delle mense di tutta Italia, che durante queste feste possiamo raggiungere attraverso il lavoro della Fondazione Francesca Rava”. La Presidente della Fondazione Francesca Rava– NPH Italia Onlus, Mariavittoria Rava precisa che quest’anno la scelta è stata di essere in prima linea insieme per dare sollievo a chi soffre: “La Fondazione Francesca Rava sta coordinando una rete di enti che tutto l’anno lavorano per assicurare pasti ai poveri, sempre più numerosi, ai quali, in collaborazione con Eataly, farà arrivare 180.000 portate per i giorni delle feste. In questo modo l’aiuto del Gruppo EcoEridania e dei suoi dipendenti arriverà contemporaneamente in diverse zone del nostro Paese. Aggiungeremo oltre 60.000 posti alla tavola di questo Natale in cui molte famiglie non potranno rivedersi. Staremo distanti, ma saremo vicini a tante persone che soffrono e che sono sole”.

I numeri sono importanti. Verranno toccate 7 regioni, 12 città, 23 enti. Ma non finisce qui. Oltre a questo importante progetto, per il quale sono stati devoluti 355.000 €, il Gruppo EcoEridania ha raccolto donazioni per un totale complessivo di 600.000 €, che hanno permesso la realizzazione di altre importanti iniziative, tra cui donazioni alla LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori,  all’ AIL – Associazione Italiana contro la Leucemia, al Centro Clinico Nemo per la cura delle persone affette da SLA e così via…. Notizie che scaldano il cuore, in un periodo di difficoltà per tutti, è bello vedere realizzati grandi passi.

A cura di Nadia Toppino

Food – Wine & Hospitality Consultant

New Report

Close

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account